Io non ho fatto
la scelta della politica.
Io ho fatto la scelta
della lotta per la realizzazione
degli ideali comunisti.

Presentazione del libro "Una magnifica ossessione"

Graziella FalconiVenerdì 7 aprile 2017 alle ore 17.30, presso la Libreria Feltrinelli di Pescara, via Milano, l'associazione culturale "Enrico Berlinguer. Cultura e politica" organizza la presentazione del libro "Una magnifica ossessione. La vocazione pedagogica del PCI" di Graziella Falconi, HARPO Editore.

Ne discuteranno con l'autrice:
Adelchi De Collibus - Presidente associazione "Enrico Berlinguer. Cultura e politica"
Carmine Perantuono - Giornalista - Direttore TG8
Ugo Sposetti - Senatore PD
Giovanni Lolli - Vice Presidente Giunta Regione Abruzzo

La scuola di formazione politica del Pci da Gramsci e Togliatti fino alla chiusura di Frattocchie, la scuola quadri che ha dato al Paese una classe dirigente diffusa nei territori, nelle istituzioni, rispettata anche quando criticata. Ha formato e influenzato la cultura di milioni di famiglie italiane, ha difeso la democrazia e insegnato la via dei diritti e della trasformazione del Paese. Comunicazione politica, stampa e propaganda, rete delle scuole di Partito, sono al centro della ricerca di questo saggio, che ha come protagonisti i massimi dirigenti del Pci e le decine di migliaia di anonimi militanti che si sono formati sui banchi delle aule dell'ex convento dei frati trappisti.

GRAZIELLA FALCONI pubblicista, esperta di formazione politica e di storia delle donne, si è occupata di problemi della cultura, di teatro e di letteratura. Ha pubblicato, nella stessa collana, Oh, Bimbe! Le ragazze di Adriana.

Commenti (0) Visualizzazioni: 416

Presentato il libro: "Nilde Iotti. Una storia politica al femminile"

Libro Nilde IottiVenerdì 10 marzo 2017 alle ore 17.30, presso la Sala dei Marmi della Provincia di Pescara, l'associazione culturale "Enrico Berlinguer. Cultura e politica" ha organizzato la presentazione del libro "Nilde Iotti. Una storia politica al femminile" di Luisa Lama (ed. Donzelli).

Ne hanno discusso con l'autrice:
Adelchi De Collibus - Presidente associazione "Enrico Berlinguer. Cultura e politica"
Giovanni Legnini - Vicepresidente Consiglio Superiore della Magistratura
Chiara Valentini - Giornalista e scrittrice

Una figura emblematica: Nilde Iotti è davvero, come pochi altri, un’effigie del Novecento, di quel «secolo breve» le cui date coincidono con la sua stessa biografia (1920-1999). Dalla formazione cattolica all’impegno militante nel Pci, alla svolta post-comunista del 1992; dalla laurea alla Cattolica di Milano ai primi coinvolgimenti nell’antifascismo e nella Resistenza; dall’elezione all’Assemblea costituente alla partecipazione diretta alla stesura del testo costituzionale, alla lunghissima attività parlamentare, fino alla presidenza della Camera dei deputati. Ma sbaglierebbe chi si fermasse a sottolineare solo il lato politico: non meno importante è il contrappunto in termini personali di una vicenda affettiva, di una dimensione privata vissuta con schiva dignità e con consapevole coraggio. Quando, a ventisei anni, Nilde entra nell’emiciclo di Montecitorio, scoppia anche, irrefrenabile, l’amore con Palmiro Togliatti, il capo comunista, l’uomo sposato, di 27 anni più vecchio di lei. Di quell’incontro, punto di svolta di una vita, Luisa Lama ricostruisce la drammatica e coinvolgente intensità, anche sulla base di un documento straordinario, che per la prima volta viene qui alla luce: il carteggio inedito intercorso tra Nilde Iotti e Palmiro Togliatti dall’agosto del 1946 all’agosto del 1947. Da allora, i due vivranno insieme in un rapporto affettivo che solo la morte di Togliatti potrà interrompere. E alle mani di Nilde Palmiro consegnerà la stesura di quel Memoriale di Yalta cui nel 1964 affiderà il suo lascito politico. Da quel momento, Nilde potrà uscire di scia. E mostrerà, nella politica, nel partito, nelle battaglie civili per l’emancipazione femminile, e da ultimo nella dimensione istituzionale, la forza e l’equilibrio di una donna «nuova», di una grande italiana.

Luisa Lama ha studiato Storia delle istituzioni pubbliche e dell’università nel Novecento italiano. Ha dedicato numerosi scritti alla biografia di Maria Montessori, e ha pubblicato, nel 2007, Giuseppe Dozza. Storia di un sindaco comunista (Aliberti).

Commenti (0) Visualizzazioni: 442

Ri-pensando Gianni Pagannone

Gianni PagannoneCICLI - Centro iniziativa democratica insegnanti
Associazione culturale Enrico berlinguer - Cultura e Politica - Abruzzo
Insegnare - Rivista del centro di iniziativademocratica degli insegnanti

Ri-pensando Gianni Pagannone

Adelchi De Collibus
Presidente Associazione E. Berlinguer Abruzzo

Mariella Ficocelli
Presidente CIDI - Pescara

Fra merito e meritocrazia
principi in bilico

Mario Ambel
Direttore di Insegnare - Rivista del CIDI

ne discute con

Massimo Baldacci
Ordinario di Pedagogia - Università "Carlo Bo" di Urbino

Francesco Bilancia
Ordinario di Diritto Costituzionale - Università "G. D'Annunzio" di Pescara

Giovanni Lolli
Vice Presidente regione Abruzzo

interviene
Giovanni Legnini
Vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura

mercoledì 27 maggio 2015 - ore 16.30
Aula Magna IIS "E. Alessandrini" - Montesilvano (PE)

Commenti (0) Visualizzazioni: 1244

Traduttore Google

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Cerca nel sito

Menu utente